Starvegas e sicuro ?

Nel nostro articolo ti aiuteremo a capire meglio se questo portale di gioco è un sito sicuro e di cui puoi fidarti. Grazie alla nostra esperienza personale di gioco e alla nostra abilità nel qualificare i casinò virtuali, cercheremo di darti una sintesi chiara, precisa e imparziale sull’allibratore che ha la propria sede a Malta.

Per capire se un casinò virtuale è onesto, occorre innanzitutto verificare l’autorizzazione rilasciata dall’ADM (precedentemente AAMS), che è l’unico organismo competente per dichiarare se un portale dedicato al gioco sia affidabile o meno. E StarVegas ha la sua bella autorizzazione n° 15231, di cui si può vedere il simbolo sulla pagina principale del sito.

Questo è un presupposto fondamentale per capire se StarVegas ha tutte le carte in regola richieste dalla legge italiana. Ma cerchiamo di capire meglio cosa vuol dire essere autorizzati, e come questo possa incidere sulle garanzie offerte dall’operatore.

In buona sostanza, il monopolio di Stato rilascia la certificazione solo a seguito di una comprovata capacità finanziaria della società che gestisce il portale, e a seguito di un esito positivo di verifiche molto severe sulla presenza dell’RNG e di altri meccanismi che assicurano che il gioco sia leale e corretto.

L’RNG utilizzato da StarVegas è un meccanismo particolarmente sofisticato, controllato e verificato da società esterne su due livelli, che assicura la casualità dei risultati generati dai vari software di gioco. Quindi se ti capita di vedere dei risultati negativi durante le tue partite, purtroppo è solo un po’ di sfortuna!

La professionalità di StarVegas

La convenienza di scegliere un portale rispetto a un altro non dipende solo dal fatto di possedere una licenza autorizzativa. Certo, questo è lo step fondamentale, ma diciamo pure che oggi possiamo andare oltre e pretendere di più da un casinò online.

Per prima cosa, occorre verificare che tipi di assistenza per i clienti offre. Quando un giocatore è in difficoltà, vuol dire che sta riscontrando un problema durante il gioco: magari non riesce ad effettuare un prelievo, o non ha accesso a un bonus nonostante abbia tutti i requisiti necessari per usufruirne.

Non avere nessuno a cui potersi rivolgere può essere un bel problema: le infinite attese al telefono, o una mail che non arriva mai, non danno una bella immagine di quell’operatore. Il fatto invece che la società investa su un servizio per i clienti reperibile ed efficiente alza il livello. E su StarVegas avviene proprio questo: se hai bisogno di supporto, puoi tranquillamente telefonare dal lunedì alla domenica, oppure compilare un modulo predisposto sul sito, per cui riceverai un feedback entro poco tempo.

Ma c’è un altro lato che va valutato attentamente: la tutela dei giocatori. Giocare può essere un’attività molto coinvolgente, ed è facile per il player (sia esperto che alle prime armi) perdere il controllo. Scommettere una somma superiore alle proprie possibilità o trascorrere danti allo schermo troppo tempo può capitare.

In questi casi, è importante che il casinò predisponga di strumenti che possano aiutare il giocatore in difficoltà. In particolare, l’autolimitazione e l’autoesclusione sono due aiuti in grado di prevenire e limitare di molto le perdite:

  • Con l’autoesclusione il giocatore si vieta autonomamente l’accesso al sito (inclusi anche siti collegati), per un periodo di tempo che sarà lui a stabilire e che non è modificabile prima che sia trascorso il termine indicato;
  • Con l’autolimitazione il player che si accorge di avere problemi nel gestire il denaro o il tempo, fissa un budget massimo che può essere giornaliero, mensile o settimanale. Raggiunta quella somma, il conto di gioco non dà accesso a ulteriori crediti.

Da questo punto di vista StarVegas è molto attivo anche al di fuori del proprio sito, grazie alla sua partecipazione a diversi organismi europei a tutela del giocatore e dei suoi diritti.

Sotto il profilo dei pagamenti, il casinò caratterizzato dalla stella ha un’ampia selezione dei circuiti di pagamento più sicuri e diffusi al mondo, che si tratti di carte prepagate, portafogli elettronici o bancomat e carte di credito.